Tutti gli itinerari e le escursioni organizzate a Santa Margherita di Pula in hotel

Il Flamingo Hotel e Resort organizza escursioni, tramite la collaborazione di società esterne specializzate in escursioni. Ecco alcune proposte.

Cagliari e dintorni

Partenza dall’hotel lungo la strada panoramica costiera, arriveremo al lungomare “Poetto”, la bianchissima spiaggia della città di Cagliari. Cagliari o Karalis ha importanti monumenti e tesori da visitare come il Castello, cinto ancora dalle mura e protetto dal Bastione dove si trovano i principali monumenti della città, tra cui le torri Pisane, la Cattedrale e alcuni bellissimi palazzi nobiliari. Al museo archeologico sarà possibile ammirare la Stele ritrovata a Nora, la cui incisione ancora divide gli esperti e risalente al IX secolo a.C. Pranzo tipico in una trattoria della Marina, luogo storico di Cagliari e poi rientro in hotel.

 

Parco Naturale Regionale della Sardegna di Gutturu Mannu

A pochi chilometri da Santa Margherita di Pula si apre un paesaggio montano che attraversa la vallata di “Gutturu Mannu”. Una vallata dove la natura è l’indiscussa Regina attraversata da sentieri e strade di campagna che vi condurranno fino prima nel bosco di Pantaleo poi fino a Punta Sebera a quota 979 metri dove ammirare tutta la Costa Sud della Sardegna.

 

Tra Chia e Capo Teulada

La costa a Nord di Pula è disseminata di torri spagnole. Chia, Capo Malfatano, Piscinnì, Porto Botte sono i luoghi di avvistamento ma anche dove le spiagge si aprono con la loro bellezza. Una gita in gommone fino a Capo Teulada la punta più occidentale della Sardegna.

Tra le spiagge che toccheremo Cala Cipolla, Perdalonga, Tuerredda, Capo Malfatano, Piscinnì, Porto Tramatzu, Cala Zafferanu e l’Isola Rossa. Mare permettendo la gita vi porterà alla scoperta anche di Porto Pino, l’immensa duna di sabbia che da mare vi apparirà un deserto inarrivabile.

 

Carloforte, l’isola nell’isola

Questa gita vi porterà alla scoperta di Carloforte all’interno dell’isola di San Pietro, l’isola nell’isola.

Originariamente colonizzata dai tabarchini, di origine genovese, che popolavano l’Isola di Tabarka in Tunisia tra il 1500 e il 1700 e che dopo 2 secoli ottennero dal Re Carlo Emanuele III la concessione per colonizzare l’isola di San Pietro, allora disabitata. Una gita dove gustare il cous cous uno dei piatti di origine africana che i tabarchini hanno importato.

 

Grotte di Is Zuddas

Una gita alla scoperta delle Grotte di Is Zuddas, 500 metri di percorso alla scoperta di bellissime

grotte e concrezioni naturali. Le grotte di Is Zuddas ospitano i resti fossili di un roditore preistorico, il Prologus Sardus.

La seconda parte della gita è dedicata alla scoperta delle case delle fate, le antiche tombe della civiltà pre-nuragica. Le Domus de Janas di Montessu sono formate da una cinquantina di grotticelle di piccole dimensioni a diversa pianta che si trovano in un ampio anfiteatro naturale di ineguagliabile bellezza.

Gli itinerari sono indicativi e suscettibili di modifiche. Le escursioni vengono svolte al raggiungimento del numero minimo dei partecipanti e a seconda delle condizioni meteo.

Torna Su