Cucina sarda: i piatti tipici del Sud Sardegna

fregola-con-arselle

Le delizie della cucina sarda tra primi piatti, secondi e dolci

 
Non solo belle spiagge o luoghi incantevoli, il Sud Sardegna ha anche una cucina tipica degna di nota.
Nella Sardegna del Sud, come in tutta l’isola, è possibile gustare buonissimi piatti tipici a base di pesce e di carne, tutti appetitosi e saporiti. Proprio per questo è difficile scegliere quali provare per primi o quali non possono assolutamente mancare sulla tua tavola se desideri goderti un pranzo o una cena tipicamente sardi.
Vogliamo darti una mano nell’ardua scelta, perciò ti consigliamo alcuni dei piatti tipici del Sud Sardegna tra i più deliziosi.
 
I primi piatti

Tipicamente sarda è la fregola, una pasta di semola che per aspetto somiglia al cous cous. In genere viene cucinata con le vongole o con i frutti mare, e non di rado, è possibile assaporarla condita con carciofi o carne. Ottima alternativa alla fregola possono essere gli spaghetti alla bottarga di muggine. Un piatto semplice, ma dal sapore deciso. Se accompagnati da un buon Vermentino di Sardegna, entrambi i piatti sono ancora più gustosi.
Ma se i primi a base di pesce non fanno proprio al caso tuo, puoi sempre optare per i malloreddus che, nella preparazione tipica della zona del campidanese, vengono serviti con un sugo a base di pomodoro e salsiccia.
 
I secondi piatti

C’è l’imbarazzo della scelta anche tra i secondi appartenenti alla tradizione culinaria sarda. Tra i piatti di mare c’è sa cassola, una zuppa di pesce tipica della zona del cagliaritano in cui non possono mancare calamari, scorfani, vongole e cozze, ai quali si aggiungono altre varietà di pescato naturalmente fresco. Molto apprezzata anche sa burrida, una pietanza in cui il gattuccio di mare viene cucinato in una salsa agrodolce arricchita da altri ingredienti come l’aglio e le noci.
Se parliamo di cucina tipica sarda a base di carne, invece, il piatto più conosciuto è sicuramente il porceddu, il maiale da latte cotto allo spiedo, ma gli arrosti di cinghiale, pecora e agnello sono altrettanto squisiti.
 
Impossibile non nominare i buonissimi formaggi sardi, alcuni dei quali meriterebbero un approfondimento a parte per la loro peculiarità, e i dolci tipici come le seadas e le pardulas, ripiene di formaggio, e le pabassinas, biscotti preparati con la sapa, uno sciroppo ottenuto dal mosto dell’uva, spesso insaporiti con finocchietto selvatico e anice.
Ogni pasto che si rispetti, infine, va concluso con un ottimo liquore. Da provare il mirto di Sardegna, ma soprattutto su fil’e ferru, una grappa tipica sarda il cui nome deriva dalla consuetudine, risalente al periodo in cui veniva prodotta clandestinamente, di segnalare la posizione dei distillatori sotto terra proprio con del fil di ferro.
 
Questo è solo un piccolo assaggio della varietà di piatti, sapori e aromi che caratterizzano la cucina del Sud Sardegna. Ne restano ancora tanti da scoprire e provare.
E se dopo tanto parlare, ti fosse venuta voglia di assaggiare queste bontà, puoi farlo all’Hotel Flamingo che, anche in bassa stagione, nel suo Ristorante I Coralli offre ai suoi ospiti la possibilità di gustare menù a base di specialità tipiche sarde.
 

Image Credits: pannazuccheroefarina.com


< Leggi altri post

Torna Su